Dove andare a sciare in Francia: gli 11 migliori comprensori sciistici per il 2020

0
22
Dove andare a sciare in Francia

Il primo posto tra le leggendarie destinazioni sciistiche va alle Alpi, la maestosa catena montuosa che divide l’Europa in una linea curva dall’Austria alla Francia. Sulle pendici settentrionali di queste vette, nella Savoia francese, si trovano alcune delle stazioni sciistiche più rappresentative e migliori del mondo.

I Pirenei e le altre montagne francesi offrono la possibilità di sciare, ma le montagne di livello mondiale dove vengono vinte le medaglie olimpiche sono quelle delle Alpi. Qui, oltre alla neve affidabile e allo sci superbo per tutti i livelli di abilità, troverete accoglienti villaggi alpini, chalet tradizionali, rifugi per famiglie, hotel moderni e resort ultra chic con stelle Michelin e ospiti di livello Top.

Qualunque sia il vostro gusto per lo sci, le attività invernali, l’alloggio o il doposci, c’è posto per voi nelle Alpi francesi. E ovunque andiate, una cosa di cui potete essere sicuri è lo spettacolare scenario montano.

Gli sciatori italiani in Francia dovrebbero conoscere le differenze di valutazione delle piste:

  • Il blu corrisponde al verde (per i principianti);
  • l’intermedio è il rosso;
  • Il nero è lo stesso, a indicare un terreno da esperto.

In Francia, tutte le piste, tranne quelle nere, sono solitamente ben curate.

Siate consapevoli, inoltre, che queste valutazioni tendono a variare, rispetto ad altre piste in quella località, non sono uno standard di settore. Quindi ad esempio una pista rossa in una località potrebbe essere più o meno impegnativa di una rossa in un altro posto.

Valutazioni da varie fonti possono essere utili per la scelta, perché alcuni elencano per singole località, mentre altri elencano per gruppi di montagne vicine, noti come domini sciistici. Ad esempio, Courchevel, Meribel e Val Thorens possono essere raggruppati insieme come Les Trois Vallees-The Three Valleys. Qui mostriamo le singole stazioni separatamente quando hanno abbastanza terreno e strutture sufficienti per stare da soli come destinazione top per una vacanza sulla neve.

Molti siti di sondaggi e liste di migliori possono anche creare confusione, perché rappresentano i criteri del loro pubblico: esperti sciatori, avventurieri fuori pista, famiglie, o la vasta gamma di sciatori intermedi. Il giudizio qui si basa su una combinazione di tutti questi fattori per identificare le località con il miglior appeal complessivo per gli sciatori.

Trovate il posto migliore per andare a sciare in Francia per la vostra prossima vacanza con la nostra lista delle migliori stazioni sciistiche:

Courchevel

Sciare in Francia: Courchevel

Les Trois Vallées è un gruppo di stazioni sciistiche interconnesse che costituiscono il più grande comprensorio sciistico alpino del mondo, e Courchevel è la più grande e famosa di queste stazioni. Con i suoi 60 impianti di risalita, Courchevel offre a sciatori e ciclisti l’accesso a 150 chilometri di piste alpine e offre collegamenti a 600 chilometri nelle tre valli, che comprendono 10 vette con altitudini superiori ai 2.500 metri. Quattro metri di nevicate all’anno e un’esperta preparazione delle piste mantiene le piste in ottime condizioni per tutti i livelli di sciatori.

Ognuno dei cinque villaggi separati della stazione dispone di buoni posti per i principianti e gli sciatori intermedi per affinare le loro abilità; in tutto, il 23 per cento delle piste di Courchevel sono verdi per i principianti e il 35 per cento sono per gli intermedi. Le aree per principianti si trovano sempre accanto ad almeno una seggiovia gratuita. I giubbotti magnetici per bambini sono un’ulteriore misura di sicurezza sugli impianti di risalita.

Gli sciatori esperti vengono qui soprattutto per il fuori pista e per le ripide piste nere costellati di gobbe. Anche lo sci tra gli alberi è superbo, soprattutto sulle piste Jockeys e Jean Blanc, oppure mettete alla prova il vostro coraggio sulla precedente discesa di Coppa del Mondo, Jean Blanc. Oltre che per lo sci, Courchevel è famosa per la sua atmosfera elegante e per i suoi lodge di lusso, gli hotel boutique a cinque stelle e di lusso e i ristoranti stellati Michelin (ben sette ristoranti qui hanno ottenuto delle stelle).

Sito ufficiale: www.courchevel.com

Val d’Isere e Espace Killy

Francia sciare in Val d'Isere

La Val d’Isere fa parte del vasto Espace Killy, così chiamato per il triplice oro olimpico Jean-Claude Killy, cresciuto sciando su queste montagne. La Val d’Isère condivide questo terreno, che copre un’alta valle circondata da cime di oltre 3.000 metri, con la più piccola località vicina di Tignes. Più di 150 impianti di risalita trasportano sciatori e ciclisti su 300 chilometri di piste, il tutto al di sopra di un’altitudine di 1.550 metri.

L’altitudine, unita alle abbondanti nevicate e alla capacità di innevamento più grande d’Europa, significa una lunga stagione sciistica con condizioni ottimali; la possibilità di sciare sul ghiacciaio del Pisaillas di solito si protrae fino a tutto il mese di giugno.

La varietà e il numero di piste permette agli sciatori di tutte le abilità un sacco di scelte – abbastanza per riempire più giorni di sci senza ripetere una corsa. Anche gli sciatori principianti possono godere dei panorami di alta montagna solitamente riservati ai più esperti, grazie al nuovo viaggiatore, un tappeto magico racchiuso in cima ad una gondola, che accede ad un dolce pendio d’alta quota.

Più di 20 piste nere sfidano gli esperti, ma è lo splendido sci fuori pista che porta gli sciatori estremi in Val d’Isere. La parete nord a 45 gradi di Pramecou e i nevai del Tigne sono i preferiti dagli esperti. La Val d’Isere ha anche una buona varietà di vita dopo lo sci, con numerosi ristoranti, caffè e alloggi vicino agli impianti di risalita.

Sito ufficiale: www.valdisere.com

Chamonix

sciare a Chamonix in Francia

Non sorprende che il comprensorio sciistico sulle pendici della montagna più alta delle Alpi sia conosciuto come territorio per sciatori esperti. Chamonix si trova sui 4.807 metri del Monte Bianco e, oltre al suo leggendario status, è stata la sede delle prime Olimpiadi invernali. I primi olimpionici potrebbero riconoscere il paesaggio mozzafiato, ma non le infrastrutture di livello mondiale che da allora sono cresciute intorno ad esso.

Anche se Chamonix è conosciuta – e giustamente – per le sue superbe piste per esperti e per lo sci fuori pista, questo non vuol dire che gli sciatori meno esperti non riescano a trovare posti adatti a loro. La posizione in alta quota, favorita dall’effetto refrigerante di quattro ghiacciai, offre le migliori condizioni di innevamento delle Alpi.

Chamonix si estende su diversi villaggi sciistici e il miglior terreno per principianti è a Le Tour, all’estremità settentrionale della valle nel Domaine de Balme, dove dolci pendii sono perfetti per i principianti. Le dolci piste di Les Houches, adatte alle famiglie, si snodano attraverso i boschi. A Lognan c’è una nuova area per principianti, ma gli sciatori che stanno guadagnando la loro fiducia troveranno un terreno in una qualsiasi delle varie aree, così come gli intermedi.

Ma Chamonix brilla davvero nelle piste per esperti. Le piste nere di Grands Montets offrono il più grande dislivello del mondo, passando da 3.300 metri a 1.235 metri in breve tempo. La pista Verte, utilizzata per le gare di Coppa del Mondo, è di 3,5 chilometri di salti e pendii ripidi.

Sito ufficiale: www.chamonix.com

Les Arcs e La Plagne

Nella valle della Tarentaise, La Plagne e le vicine stazioni di Les Arcs e Peisey-Vallandry costituiscono la zona di Paradiski, il terzo più grande comprensorio sciistico francese collegato. Il terreno combinato offre 425 chilometri di piste tra i 1.200 metri e i 3.226 metri di altitudine. La Plagne è principalmente una stazione per sciatori di livello intermedio e iniziale ed è una delle mete preferite dalle famiglie. I dolci pendii superiori si trovano su un altopiano e diventano più ripidi quando entrano nel bosco su entrambi i versanti.

Con poche piste per principianti, il terreno più ripido di Les Arcs è un paradiso per sciatori esperti e di livello intermedio, con piste aperte e sentieri boschivi riparati a quote più basse. Gli esperti troveranno lunghe piste nere e terreni fuori pista. Gli sciatori inesperti dovrebbero essere preparati per lunghe e strette passerelle sulle piste blu, e alcune delle rossi sono piste rettilinee in linea di caduta.

In cima c’è il ghiacciaio Bellecôte, dove gli esperti possono trovare maggiori sfide in ripidi canaloni e lunghe discese fuori pista. Roche de Mio offre più piste nere; qui lo sci fuori pista richiede una guida.

Ma La Plagne è la località più amata dalle famiglie, con ampie piste, dolci discese e alloggi per sciare e sciare nei suoi 11 villaggi. La Fun Slope è un buon posto per acquisire un po’ di fiducia in un terreno non minaccioso, una pista dolce, ben curata e scolpita, con salti e sfide che sviluppano abilità senza infondere terrore.

Due parchi di terreno sono stati progettati per diversi livelli di esperienza: Le Petit Park per i principianti e Le Grand Park, in cima a Belle Plagne per le caratteristiche più avanzate, con rail, tavoli, airbag e percorso di boardercross.

Sito ufficiale: https://www.la-plagne.com/en

Morzine e Avoriaz a Portes du Soleil

Avoriaz sci in Francia

Sette stazioni sciistiche in Francia e cinque in Svizzera costituiscono il comprensorio di Portes du Soleil, alcune delle quali collegate tra loro da impianti di risalita e piste che facilitano lo sci transfrontaliero. Un’ulteriore comodità è un biglietto regionale che comprende tutte le 12 località, per un totale di 660 chilometri di piste e 197 impianti di risalita.

Le più note sul versante francese sono le vicine stazioni di Morzine e Avoriaz. I 75 chilometri di piste di Avoriaz sono in gran parte rosse e blu per gli intermedi, con un pizzico di piste per principianti ed esperti; gli snowboarder si affollano qui per cinque diversi parchi e un superpipe. Due parchi sono progettati appositamente per i bambini.

Morzine si trova tra Avoriaz e Les Gets, in collegamento con entrambi. Cinquantadue delle sue 80 piste sono intermedie (rosse e blu), con nove piste per principianti ed esperti, rendendo queste due aree un paradiso per gli sciatori amatoriali. Morzine è un classico villaggio alpino di chalet e rifugi rustici, mentre Alvoriaz ha un’atmosfera più moderna con hotel costruiti appositamente, che includono alcune opzioni ultra-lusso.

Sito ufficiale: https://en.morzine-avoriaz.com

Meribel

Meribel

Condividendo l’enorme comprensorio sciistico di Les Trois Vallées con Courchevel e molti altri, Meribel comprende terreni tra i 1.100 metri e i 3.230 metri. È abbastanza alto da promettere buone condizioni e l’innevamento artificiale, con una copertura di oltre il 50%, mantiene condizioni eccellenti per una lunga stagione.

È particolarmente adatto ai bambini, con due diverse aree per principianti, entrambe con impianti di risalita gratuiti, situate nell’area del Meribel Mottaret e l’altra nell’area dell’Altiport. I bambini possono sciare il Moon Wild, un percorso con “animali” a grandezza naturale nascosto nel bosco, e P’tit Moon è un mini boardercross, con curve a gomito, riservato ai bambini dai 7 ai 12 anni. Otto piste segnalate in verde offrono un terreno più adatto ai principianti: la cabinovia Saulire Express 1 accede alla pista verde di Blanchot, con collegamenti a entrambe le aree di base.

La maggior parte delle due dozzine di piste blu si trovano sul lato più facile. Le piste rosse sono per gli sciatori di livello intermedio-alto, e alcune belle crociere larghe partono dalla cima di Saulire. Lo sci più alto di Méribel inizia a 2.952 metri sul Mont Vallon, con una discesa di 1.000 metri, emozionante sia per la sua difficoltà che per l’impareggiabile panorama alpino.

Il villaggio di Meribel è uno dei più belli delle Alpi francesi, con chalet costruiti con materiali tradizionali locali. Apres-ski vita è più tranquilla che in molte delle località più scintillanti.

Sito ufficiale: https://www.les3vallees.com/en/ski-resort/meribel/

Alpe d’Huez

Alpe d'Huez

L’Alpe d’Huez Grand Domaine riunisce sei località turistiche in un unico parco giochi invernale interconnesso. I 249 chilometri di piste combinate comprendono 41 piste di colore verde, 34 blu, 40 rosse e 16 nere. Inoltre ci sono due snowpark, un boardercross park e un halfpipe. Un totale di 84 impianti di risalita collegano i sei villaggi base a terreni alti fino ai 3.330 metri del Pic Blanc, da cui si gode di un panorama che comprende il Monte Bianco; dalla vetta del Pic Blanc sono 2.175 metri di dislivello che scende fino a L’Enversin d’Oz, a 1125 metri.

La Sarenne, 16 chilometri, è la pista da sci più lunga d’Europa, e la più impegnativa è la pista Tunnel sotto la funivia del Pic Blanc, una ripida pista costellata di mega-moguls nel pomeriggio. Gli esperti trovano qui un terreno quasi infinito anche fuori pista.

Soggiornare nella stazione principale è più centrale per accedere alla più ampia gamma di sentieri, ma tutti i villaggi hanno un buon accesso alla rete di impianti di risalita e alla rete di sentieri, mentre i più piccoli hanno un’atmosfera da villaggio alpino. Una buona scelta tra questi è il rustico Vaujany, collegato all’Alpe d’Huez con la seggiovia. L’Alpe d’Huez è molto apprezzata dalle famiglie per la sua vasta gamma di servizi e il suo alloggio per tutte le tasche.

Sito ufficiale: https://www.alpedhueznet.com/ski-area/

Serre Chevalier

Sciare a Serre Chevalier in Francia

Non cercate grandi alberghi o divertimenti appariscenti nelle decine di piccoli villaggi che compongono Serre Chevalier, ma troverete 250 chilometri di piste ben collegate e un’atmosfera rilassata e rilassata.

Situata vicino al confine italiano nelle Hautes-Alpes, Serre Chevalier è più a sud dei più noti domini delle Alpi Savoie, ma l’altitudine tra i 1.200 e i 2.800 metri, la posizione a nord e un terzo dell’intero comprensorio sciistico coperto da uno dei più estesi impianti di innevamento della Francia, assicurano buone condizioni sciistiche. L’essere fuori dal “quartiere di alta locazione” dell’Alta Savoia significa che sciare e soggiornare qui è meno costoso.

Le piste da sci inferiori si snodano attraverso un grande bosco di larici sul lato nord di una lunga e alta cresta, mentre le alte pareti sopra i boschi offrono un terreno più impegnativo. Gli sciatori troveranno numerose vallate, un’ottima pista da sci tra gli alberi e la stazione è nota per il suo terreno fuori pista.

Molti dei piccoli villaggi sono collegati da un servizio di autobus, in modo da poter scegliere facilmente diversi terreni durante una vacanza qui. O accedere ad altre parti del comprensorio sciistico della Grande Galaxie, una vasta regione con 530 chilometri di sci alpino servito da 151 impianti di risalita. Gli snowboarder hanno una zona dedicata al freestyle a Villeneuve, mentre a Chantemerle c’è una zona di boardercross.

Sito ufficiale: https://www.serre-chevalier.com/it/index.htm

Les Deux Alpes

Les Deux Alpes

A Les Deux Alpes gli sciatori intermedi, principianti e anche avanzati hanno un’opportunità che non troveranno in molte altre stazioni alpine: un’ampia varietà di terreni dolci in cima. La forma insolita della montagna qui mette i sentieri più difficili sui pendii più bassi. La cabinovia Jandri Express porta gli sciatori direttamente sulle dolci piste blu ai piedi del ghiacciaio e li riporta in paese alla fine della giornata sciistica. Possono anche sciare fino in fondo con il blues, ma la discesa di 2.000 metri può essere un po’ troppo lunga alla fine della giornata di sci.

Questo è uno dei ghiacciai più grandi d’Europa e dà a Les Deux Alpes un’altra caratteristica insolita: lo sci tutto l’anno. La stazione è nota per i suoi campi da sci estivi e lo sci sui ghiacciai, non solo per gli esperti, ma per tutti i livelli di abilità.

Delle 96 piste della stazione, servite da 47 impianti di risalita e da una funicolare sul ghiacciaio, 17 sono verdi, 45 blu, 22 rosse e 12 nere. Ma gli esperti hanno a disposizione ampi spazi aperti nell’aspro terreno fuori pista di La Grave, dove una guida è essenziale per esplorare le lunghe e impegnative discese dai 3.568 metri del Dome de la Lauze. Snowboarder e freestyler sono felici allo snowpark Les 2 Alpes Freestyle Land sul ghiacciaio, con half-pipe e superpipe.

Sito ufficiale: www.les2alpes.com/it

La Clusaz

La Clusaz

Molto meno conosciuta delle stazioni sciistiche dell’Alta Savoia, La Clusaz si rivolge a tutti i livelli di sciatori, soprattutto a coloro che preferiscono l’atmosfera di una città alpina tradizionale alle stazioni sciistiche costruite ad hoc. La sua posizione a solo un’ora di macchina dall’aeroporto di Ginevra, al di là del confine svizzero, è un altro fattore di richiamo per gli sciatori che arrivano dall’estero.

Anche se c’è un terreno per tutti, gli sciatori di livello intermedio troveranno il meglio da amare sulle sue cinque cime interconnesse e 132 chilometri di piste battute. Metà delle piste sono classificate in blu e un terzo in rosso per gli sciatori intermedi avanzati. Solo il 10% delle piste sono classificate come nere, ma gli esperti scopriranno percorsi impegnativi e di lunga durata nella zona di La Balme del resort.

Non sottovalutate il fascino di La Clusaz, una cittadina alpina vivace, che non esiste solo per gli sciatori. La Place de l’Eglise è riempita il lunedì con un mercato settimanale, e le strade circostanti hanno un sacco di ristoranti, negozi e alloggi, che si rivolgono a tanti locali come sciatori.

Sito ufficiale: www.laclusaz.com

Megeve

Megeve in Francia per lo sci

A solo un’ora da Ginevra, Megeve iniziò come rivale di St. Moritz, una stazione sciistica pensata per i ricchi parigini che qui affluirono nei suoi primi tempi. La stazione è cresciuta da quella prima enclave esclusiva, ma il villaggio conserva il fascino delle sue origini medievali insieme ai suoi ristoranti stellati Michelin.

Ci sono tre aree sciistiche principali, con centinaia di chilometri di bei terreni da crociera per principianti e intermedi, in gran parte al di sotto della linea degli alberi, che lo protegge dalle intemperie che possono chiudere le stazioni vicine ad altitudini più elevate.

Dal centro del paese si può andare in gondola fino alle pendici della Rochebrune, e da qui una funivia per raggiungere un’area più ampia sul Mont D’Arbois. Più pittoresco è il trasporto verso una terza zona, Le Jaillet, che si raggiunge con una carrozza trainata da cavalli (o, per chi non ama il fascino storico, con l’autobus).

Nonostante la sua atmosfera alla moda, Megeve è la meta preferita dalle famiglie, con biglietti per principianti a basso costo e impianti di risalita di superficie gratuiti per principianti nei pressi del villaggio. I parchi per snowboard sono presenti in tutte e tre le aree.

Sito ufficiale: https://forfaits.megeve.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui